Home

José Miguel Pérez-Sierra
Direttore

MG_1156

Considerato uno dei direttori più importanti della sua generazione, il maestro José Miguel Pérez-Sierra, nato a Madrid, ha conquistato l’attenzione internazionale del mondo della lirica dopo essere diventato il più giovane direttore sul podio del ROF, il Rossini Opera Festival di Pesaro, dove nel 2006 ha diretto Il Viaggio a Reims. Da allora la sua carriera lo ha portato a debuttare in alcuni dei più importanti teatri e auditori in Spagna, Italia, Francia, Germania, Portogallo, Georgia, Uruguay e Cile, arricchendo un vasto repertorio lirico e sinfonico che spazia dal barocco alla musica contemporanea. Precisione, abilità tecnica, professionalità, espressività, pulizia e raffinatezza sono alcuni dei concetti che si ripetono nelle recensioni che lo riguardano.

Per quattro anni studia con Gabriele Ferro, lavorando come suo assistente al Teatro San Carlo di Napoli, al Massimo di Palermo e al Real Madrid. Si specializza inoltre con Gianluigi Gelmetti (Accademia Chigiana di Siena) e Colin Metters (Royal Academy di Londra), e più tardi, tra il 2004 e il 2009, è assistente di Alberto Zedda. Nel 2009 e 2010 lavora con il Maestro Zedda alla direzione del Centre de Perfeccionament Plácido Domingo del Palau de les Arts di Valencia. Da bambino i suoi studi musicali iniziano concentrandosi sul pianoforte con José Ferrandiz, allievo di Claudio Arrau, oltre ad imparare virtuosismo e la fenomenologia musicale con José Cruzado. Tra il 2009 e il 2012 mantiene un rapporto stretto e proficuo con Lorin Maazel, fondamentale nella formazione di Pérez-Sierra, che frequenta le sue prove, sia a Valencia che e Monaco di Baviera.

 

JM+Pérez+..Il suo debutto sul podio è nel 2005 con l’Orchestra Sinfonica della Galizia e, dopo il suo passaggio trionfale al ROF, dove ritorna nel 2011 per dirigere La scala di seta, viene invitato nelle stagioni del Palau de les Arts di Valencia, del Gran Teatre del Liceu di Barcellona, del Teatro de la Zarzuela di Madrid, dell’opera di Oviedo, dell’Agao (amici dell’opera di Pamplona), del Teatre Principal di Palma di Maiorca, dell’Abao-Olbe (amici dell’opera di Bilbao), del Teatro Municipal di Santiago del Cile, del Rossini Festival di Wildbad (Germania), del Städtische Theater Chemnitz (Germania), del Teatro San Carlo di Napoli, del Festival Puccini a Torre del Lago, dell’Auditorium comunale di Sassari, del Teatro Verdi di Trieste, del Festival de la Côte Basque di San Juan de Luz (Francia) o dell’Opéra-Théâtre de Metz (Francia), dove ha inaugurato la stagione lirica per due volte.

Tra le orchestre con cui collabora regolarmente ricordiamo Orquestra de la Comunitat Valenciana, la Sinfonica di Madrid, Orquesta de Radio Televisión Española (ORTVE), Filarmonica di Gran Canaria, Oviedo Filarmonia, Orquesta de la Comunidad de Madrid, Sinfonica de Navarra Pablo Sarasate, Sinfonica de Castilla y León, Sinfonica de Tenerife, Orquesta di Cordoba, Sinfonica de les Illes Balears, Orquesta Clásica de España, Sinfonica di Tiblisi (Georgia), Filarmonica di Montevideo, Filarmonica di Santiago (Cile), Robert Schumann Philharmonie, Orchestra del San Carlo di Napoli, Virtuosi Brunensis e la portoghese Orquesta do Norte. Sempre nel campo sinfonico, dal 2012 ha sviluppato un’intensa collaborazione con la Euskadiko Orkestra Sinfonikoa.

Nel 2013 ha registrato per Naxos l’opera Ricciardo e Zoraide di Rossini.

Recentemente ha diretto la Terza Sinfonia di Bruckner con la ORTVE, un gala lirico a La Coruna, La Bohème all’Opera di Reims, Falstaff al Teatro Verdi di Trieste, un concerto con la mezzosoprano Marianna Pizzolato e L’Italiana in Algeri al Belcanto Rossini Opera Festival di Wildbad, Il Turco in Italia al Teatro Municipal di Santiago del Cile e all’Opéra-Théâtre di Metz e ha partecipato a una tournée nei Paesi Baschi con la Euskadiko Sinfonikoa. Ha debuttato al Teatro Real con un concerto in onore a Montserrat Caballé.

I suoi appuntamenti futuri comprendono: Der Fliegende Holländer a La Coruna con la Sinfonica di Galizia, Il trittico all’Opéra Théâtre di Metz, Lucia di Lammermoor a Mahón, La Sonnambula a Bilbao per la stagione ABAO-OLBE, Anna Bolena all’Opera di Avignone…

Prossimamente Sony rilascerà un album con le sinfonie n ° 4 e n ° 9 di Illarramendi registrato con la OSE. Ha inciso per Naxos un concerto rossiniano con la mezzosoprano Marianna Pizzolato e prossimamente registrerá per Universal un album con composizioni di Mendelssohn.